2

World BodyPainting Festival 2013

world bodypainting festival 2013

world bodypainting festival 2013

Rieccomi di ritorno dalla splendida avventura austriaca, la 4a edizione a cui partecipo, del world bodypainting festival 2013.

E’ stata quest’anno una esperienza straordinaria e unica.

E’ il primo anno in cui ho messo a prova me stesso contro me stesso..già quest’anno è il primo anno a cui partecipo da solo, e d’ora in poi sarà sempre così credo 😉

Prima di addentrarmi in discorsi emotivi e profondi per me, vorrei assolutamente regalare un GRAZIE immenso a Elisabeth Huber, la ragazza che ho dipinto in questi 2 giorni per me straordinari, che è stata una compagna a dir poco perfetta, e che mi ha trasmesso una energia infinita.. 🙂 senza di Lei non sarebbe stato tutto così fantastico !!

Mi fa poi sorridere che tutti, qui in italia, al mio rientro, mi chiedano “allora com’è andata, come ti sei classificato??”

Ma è difficile spiegare a queste persone, che la classifica conta solo per i primi 3 😉

Ci sono cose ben piu’ importanti che un numero in classifica, come ad esempio i fotografi ufficiali che per il primo anno mi hanno cercato loro inviandomi foto professionali in forma privata, e soprattutto, un paio di ditte che producono colori da bodypainting, tra cui quelli che utilizzo, che mi invitano a raggiungerli per ……… bhè ve lo dirò dopo che sarà cosa ufficiale 😉

Penso che siano queste le cose che contano davvero.

Penso che il confronto con centinaia di Artisti da decine di paesi di tutto il mondo, anche i piu’ remoti, sia qualcosa che non è possibile commentare, riportare, descrivere.

Culture, pensieri, occhi, interpretazioni differenti che si riuniscono in un evento UNICO, ed è il World BodyPainting Festival !!

Ritrovare e consolidare amicizie in cui c’è poco da dire, perchè tutti viviamo la stessa passione, perchè li non c’è competizione, ma gioia se un tuo amico passa in finale, e complimenti se è stato piu’ bravo di te, e sono complimenti senza invidia, perchè si impara sempre, e dove non si arriva, qui nessuno si porta i segreti nella tomba.

Ecco dove sta il fulcro del World BodyPainting Festival, la crescita, la vera cosa importante.

Un abbraccio colorato, con amici tedeschi, coreani, americani, polacchi, russi, spagnoli, sudafricani, ecc vi giuro che non è una cosa commentabile, concepibile, descrivibile.

In ultimo, penso che la sfida sia soprattutto contro se stessi, dato che in quelle 6 ore dai il massimo che puoi, per delineare sul corpo qualcosa che vive nella Tua testa, e costruire su un corpo intero, un idea, un concetto, una storia non è affatto semplice.

Ma queste emozioni, le puo’ regalare solo un evento simile.

Ci vedremo ancora il prossimo anno, per la nuova edizione del World BodyPainting Festival, per un altra delle piu’ belle sfide che un Artista della Body Art possa affrontare.

  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nero di Venere

2 Comments

    • Mario !!
      arriva arriva !! 😉
      le sto mettendo poco alla volta per fare piu’ “spam” 😀 ahahha

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *