13

importanza dell’ alimentatore

importanza dell’ alimentatore

importanza dell' alimentatore

importanza dell’ alimentatore

ho pensato che era ora di dedicare qualche parola all’ importanza dell’ alimentatore, e aggiungerei anche del cavo !

dopo che molte persone, mi hanno chiesto se alcune macchinette di fascia TOP, spingano o meno aghi di dimensioni considerevoli, mi è venuto da pensare che forse non tutti prestano particolare attenzione all’ importanza dell’ alimentatore.

quando sento dire che “ahh quella macchinetta ! con quello che costa, non spinge oltre il 9 liner, o aghi superiori al 13 magnum” …..

ora mi domando davvero se sia possibile pensare che una macchinetta da piu’ di 500/600 euro, possa non spingere aghi medio-grandi, ma piu’ di tutto, mi domando se quando queste persone parlano di macchinetta che “spinge aghi non superiori ad X” si siano mai posti la domanda di quale alimentatore sia connesso alla macchinetta.

si, potrebbe essere anche che qualche macchinetta sia espressamente dedicata a una certa tipologia di lavoro, ma prima di dire che la macchinetta non è abbastanza potente, mi chiedo se quella stessa macchinetta sia stata provata con un alimentatore serio.

quindi, una volta tanto, mi piacerebbe che si prenda in considerazione, la reale importanza dell’ alimentatore.

ma non vorrei affatto sottovalutare, anche la grande importanza del cavo !

facciamo un esempio semplice come paragone, e poi vado a spiegarvi nello specifico cosa è successo a me, anche a un mio caro amico tatuatore.

sottovalutare l’ importanza dell’ alimentatore, sarebbe come avere a disposizione una ferrari, e metterci dentro il motore di una punto, e sottovalutare l’importanza del cavo, sarebbe come mettere una strozzatura al tubo della benzina. [come esempio spero sia abbastanza chiaro 🙂 ]

quindi, per sottolineare l’ importanza dell’ alimentatore, vi racconto un paio di episodi, specialmente quello che ha riguardato un mio amico, con la Spektra Halo 2, una macchinetta ovviamente di fascia alta, dove nello specifico aveva problemi a tracciare linee, e non sapeva come risolvere, anche dopo aver provato diversi aghi, sia cartucce, sia classici, e almeno 3 tipi di nero da linea.

Si..avete già capito..aveva un alimentatore che erogava 2 o 2,5 ampere massimo, e dopo aver preso un critical, che invece pompa 4 ampere pieni, quella macchinetta, agli stessi voltaggi, ha cominciato a tracciare decisamente bene ! eppure non ha cambiato macchinetta !

ma oltre a ribadire l’ importanza dell’ alimentatore, vorrei anche dare qualche punto al cavo.

non ricordo se con la Direkt2 o la Halo 2 a volte mi capitava che la macchinetta non partisse, sotto i 7v, e inoltre, un paio di  volte il motore era diventato letteralmente rovente dopo mezz’ora di utilizzo..e questa cosa mi ha veramente fatto impazzire per un paio di settimane. bene ! non sapevo piu’ cosa fare, fin quando ho provato a cambiare il cavo, prendendone uno da piu’ di 35,oo euro! nello specifico, l’evolution prima e il maximo poi. fatto sta, che la macchinetta partiva senza problemi anche a 5,5v e il motore era normalmente tiepido anche dopo ore di lavoro.

ho tracciato linee anche con 11, riempito con 14 shader, e usato tranquillamente fino al 21 magnum.

in conclusione, prima di dare tutta la colpa a una macchinetta….se gli attaccate un alimentatore economico, e un cavetto con la sezione irrisoria da 5 euro, forse non è proprio il massimo.

la scelta della macchinetta ha il suo peso, ovviamente, ma ci tengo a sottolineare davvero anche l’importanza dell’ alimentatore e del cavo!

  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nero di Venere

13 Comments

  1. Ciao Nero di Venere,
    dopo aver letto le tue recensioni sulla xion e la comparativa sulle cartucce ho acquistato la pen della fk irons e cartucce kwadron…. Non so quali delle due siano state la scelta migliore. Davvero un salto di qualità evidente nel modo di lavorare e nel risparmio di tempo. Quindi grazie.
    Ora ho un quesito: io ho un power supply della custom bavarian e mi ha accompagnato in questi anni tra bobine e rotative.
    I tuoi articoli mi hanno spinto a chiedermi se avendo solo 2A (seppur di ottima fattura) sia una scelta corretta passare ad un critical.
    Grazie mille in anticipo

    • ciao ! grazie per il tuo intervneto 🙂
      bhè….ho 2 critical..il cx1 e il cx 2 [che uso praticamente sempre]….
      quindi per la xion, sarebbe il top ! 🙂
      4 ampere puliti in uscita !

  2. Salve , il post ha un paio di mesi ma spero che arrivi lo stesso la mia domanda. Sono disperata, ho una direkt 2, da qualche mese, all’inizio funzionava alla grande, anche se per le linee dovevo alzare l’alimentatore oltre la potenza consigliata (11.5 v per 5rl e 7 rl e 12 v per 9rl). Ho un nemesis 3 amp come alimentatore, e cavi revolution (quindi non robaccia ), ma da un tratto non riesco più a tracciare buone linee, manco con 3rl, ho provato con le altre macchine e neanche con quelle riesco a fare linee decenti. Prima di fare un’acquisto (penso alla critical cx2) vorrei essere sicura che è questione dell’alimentatore e non della macchinetta. Ho provato a cambiare marchio di cartucce, 3 inchiostri diversi , ecc, e sto diventando matta. Help!

    • credo ci siano da fare prove incrociate, con differenti macchinette, e cavi.
      c’è anche da dire, che una Direkt2 tirata a quei voltaggi [sono troppo alti…..troppo !] rischia seri danneggiamenti al motore..
      con la Direkt2….non sono mai, MAI andato sopra 9v
      la mia collega, traccia linee con la Direkt2 tranquillamente a 7,5v …max 8v
      io stesso a volte utilizzo la edge x [stesso motore direkt2 – intercambiabile] e traccio linee a 7,8 / 8.3 massimo

  3. salve, io posseggo un eikon ems 420 , consigli di cambiarlo con un critical cx-2 ? Grazie per la risposta.

  4. Ti ringrazio tanto per la disponibilità e la pazienta con cui rispondi ad ogni domanda ! 🙂 comunque lo vendo alla metà del prezzo almeno il danno per chi lo comprerà non sarà eccessivo !

  5. Ciao, scusa ma ho un’altra domanda da farti. Dato che vorrei seguire i tuoi consigli e cambiare il mio alimentatore cheyenne con un critical cx1, volevo sapere se il mio pedale cheyenne fosse compatibile con il critical. Grazie 🙂

      • Hihi grazie comunque 🙂 … comunque io sto vendendo il mio alimentatore cheyenne e mi hanno fatto una domanda , se spingesse anche le bobine … io so di sì con i dovuti adattatori ma alla luce di ciò che mi scrissi tu non me la sento di dargli una risposta positiva, dato che non spinge bene neanche le rotative … o forse dato che le bobine sono più potenti riesce comunque a farle funzionare bene ? Spero di essere stata chiara e grazie :))

        • non te lo so proprio dire..
          anche perchè considero il PU cheyenne veramente poco utile, con il fatto che salta di 10 in 10 …che piu’ o meno, secondo una tabella che avevo riportato qui, è come saltare di un volts..senza poter settare tutti i decimali..quindi decisamente limitato
          inoltre non ho mai usato una bobina, ma che sappia io nessuno ha mai fatto lavorare una bobina con un alimentatore nato esclusivamente per le cheyenne…

          • Ti disturbo di nuovo e spero per te sia l’ultima volta , ma ultimamente faccio errori su errori …. comunque ho acquistato l’alimentatore critical e il cavo maximo , ma ho acquistato il cavo sbagliato… quello rca, e io ancora ho la cheyenne pen che per ora non posso cambiare e volevo sapere se vendono anche quello per la cheyenne , mi pare di sì ma vorrei una conferma da te ! Grazie davvero ancora !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *