4

recensione equaliser proton MX

recensione equaliser proton MX

proton MX

proton MX

ebbene si, dopo un anno non ho resistito, e dopo la proton v.1 ho [ri] acquistato una nuova equaliser proton mx !

qualcuno ha gia’ visto questa proton MX magari in un paio di miei video sul canale youtube.

la prima proton, era stata una macchinetta “pen” che avevo particolarmente amato, perche’ sfumava davvero benissimo, da realistico, e da soft watercolor, proprio come piaceva a me, ma non era fortissima su linee e riempimenti.

questa nuova proton MX, mi ha davvero sorpreso moltissimo sotto ogni aspetto !

c’e’ solamente una cosa che non ho capito della proton MX, ossia se sia alla fine una versione leggermente modificata della proton v.2, perche’ apparentemente sono identiche, stessa linea, stessi 3 led on top, e grip modificato e dalle linee meno spigolose, e la proton MX ha appunto la dicitura MX incisa sul corpo macchina [come si vede dalla immagine]

ma la proton MX ha un vantaggio immenso. ossia viene fornita in confezione, una chiave speciale e delle molle, che permettono facilmente di poter cambiare la molla di ritorno interna, che apparentemente nelle macchinette “pen system” si spacca regolarmente dopo un tot di ore di utilizzo.

anyway..la proton MX e’ davvero una macchinetta che mi ha stupito e sorpreso, e il suo rapporto qualita’/prezzo la spinge assolutamente nel podio delle prime 3 macchinette che abbia mai avuto, con la spektra xion, e la spektra edge x.

e’ una “pen system” senza give regolabile [ma attualmente credo che la sola macchinetta simile che lo abbia sia la xion] ma sfuma veramente in maniera impressionante ! recentemente alla london tattoo convention, l’ho vista in mano a mostri sacri del tattoo realistico, e questo mi ha colpito molto, convincendomi del tutto a voler riacquistare la proton.

vibrazioni ridottissime o quasi inesistenti, attacco rca, sistema a cartucce.

forse rispetto alla proton v.1, questa proton MX ha un pochino piu’ necessita’ di voltaggi alti, ma non e’ un problema..ho sfumato veloce e molto bene anche a 8, 8,5 volts ! [questo dipende da come si lavora e dalla velocita’ di mano ovviamente], e ho letto una scheda tecnica che conferma che la proton sopporta fino a 11v di utilizzo [anche se credo che non andro’ mai oltre i 9,5/10].

devo dire che mi ha sorpreso anche nei riempimenti, con magnum, e’ stata veloce e reattiva, e ho usato fino al 17 magnum [ma questo dipende dalla macchinetta fino a un certo punto, e se si vuole approfondire il concetto, leggete questo articolo]

ultimo, ma non ultimo, credo che sia anche possibile tracciare linee, e so per certo che qualcuno lo fa, anche se io avendo altre macchinette dedicate, come ad esempio la direkt2 non ho approfondito moltissimo, pero’ ovviamente ho provato a tracciare, intorno a 9v ..e lo ha fatto ! 

la proton MX, e’ inserita ovviamente nella mia tabella comparativa.

proton MX, promossa a pienissimi voti per me !

PROCONTRO
- pen system
- grip autoclavabile
- kit disponibile per eventuale sostituzione molla di ritorno interna
- particolarmente adatta a sfumature e realistici
- non è particolarmente performante sulla linea

allego un video, dove buona parte di questa volpe, e’ stata appunto eseguita con la proton MX

  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nero di Venere

4 Comments

  1. grazie grazie graziee
    nella lista ho dimenticato la stingray, sorry, che posso usare non solo con cartucce. che ne pensi quanto a vibrazioni? linea,sfumatura e colore?

    • la V.1 l’avevo avuta, è stata una macchinetta splendida. però anche la direkt2 o la halo sono crossover e possono usare sia cartucce che aghi standard..e hai piu’ eccentrici intercambiabili mentre con la stingray sei fissa a 4mm [un pò troppo lungo, rispetto allo standard 3,5mm..]

  2. ciao nero di venere! anzitutto grazie delle recensioni con tanto di consigli e approfondimenti, è un’approccio davvero molto più professionale che non chiudersi a riccio come molti nel campo –manco si fosse membri di una setta–
    comunque,preambolo fatto: volevo,gentilmente chiederti un parere sulla scelta giusta di una rotativa per chi come me è al primo approccio. sono una principiante e al momento non avendo un budget illimitato e non potendo prendere più di un attrezzo, a buone linee volevo accompagnare anche una buona sfumatura sempre con lo stesso strumento. ho visto varie opzioni anche in seguito alle tue recensioni e seppur confusa:) credo di aver ristretto il campo: equaliser proton mx(propensa anche per il costo più accessibilie),spektra direkt2,spektra xion,cheyenne hawk thunder. tu quale mi consigli tra quelle citate, tenendo presente caratteristiche come maneggiabilità direi peso non rilevante e poca vibrazione, anche perchè solitamente uso aghi sottili per illustrazioni più dettagliate e delicate. grazie davvero anticipatamente.

    • ciao chiara 🙂 grazie per le belle parole 🙂
      indubbiamente la xion è superiore nettamente a qualsiasi altra macchinetta attualmente in circolazione.
      se ti piacciono pe “pen system” la proton è decisamente un ottima macchinetta, MA sulla linea è un pochino piu’ difficile..le tira, ma è un pochino morbida ovviamente..
      non escludere la spektra edge X che con la xion, è sicuramente la piu’ versatile.
      la diretk2, da sfumatura, è un pò troppo dura…è molto piu’ portata a linea e colorpack … 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *