0

voltaggio corretto

voltaggio corretto

voltaggio corretto

voltaggio corretto

molte, moltissime persone, direi, mi hanno scritto sia sul canale youtube, sia privatamente, sia qui, chiedendomi quale sia il voltaggio corretto per linee, riempimenti e sfumature durante la fase di tatuaggio.

mi piacerebbe moltissimo ci fosse una regola base, per un voltaggio corretto.
ma non esiste.

purtroppo non esiste un voltaggio corretto [dovrei scriverlo tra “”]

ma vi spiego anche per quale motivo, non esiste un voltaggio corretto ! prima che possiate pensare “uhhh come se la tira, che non ce lo vuole dire!” 😀

un esempio ?
nello stesso studio dove sto ora, sia io che l’altra tattoo artist, abbiamo la stessa macchinetta..[ qui la recensione su direkt2 ]
per quanto riguarda la linea, io traccio a 8.5v / 9v
lei, traccia linee a 7,5v quindi non stiamo parlando di una differenza minima, anzi !

ah, nel dettaglio, vorrei sottolineare, che per quanto riguarda macchinetta [direkt2] , stroke [3,4mm] , nero [instablack] , e cartucce [stellar] utilizziamo assolutamente lo stesso identico materiale.

quinsi ? è differenza “di mano”, tutto qui.
interviene anche la differenza della zona corporea, ovviamente, oppure la dimensione dell’ago,  e la tipologia di pelle differente da soggetto a soggetto, anche se queste, sono informazioni in parte secondarie o relative..

quindi, il motivo principale per cui un vero voltaggio corretto non esiste, in realtà sono le troppe variabili impossibili da calcolare.
😉

io ho un modo di lavorare che è ovviamente diverso da chiunque altro.

se la mia collega usasse i miei parametri, come linea, taglierebbe come se avesse in mano un bisturi, o anziche’ sfumare, riempirebbe direttamente, o ancora anzichè riempire, creerebbe ematomi o potenziali cheloidi !

diversamente, se io usassi i voltaggi che usa lei, traccerei una linea discontinua, o farei una sfumatura decisamente “grattata”, o avrei un riempimento completamente disomogeneo.

ecco perchè non mi è possibile rispondere a “quale sia il voltaggio corretto” per sfumatura, linea, riempimento, color pack

ognuno di voi, dovrà trovare i propri settaggi, adatti al proprio modo di lavorare 🙂 , che possano garantire sicurezza per il cliente, e un lavoro ottimale, che durerà nel tempo, e non andrà ribattutto.

in merito al voltaggio corretto, io stesso, lo sto ancora cambiando e modificando, giorno dopo giorno. perchè penso che ogni giorno, si debba avere l’umilta’ di imparare cose nuove, di avere confronti costruttivi, e di migliorare se stessi.

non cercate il “voltaggio corretto”…..cercate il vero Artista che è differente e unico, in ognuno di voi ! 🙂

  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nero di Venere

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *